condividi
stampa
  • facebook
  • twitter
  • google+

Risultati della ricerca




  • Le mura, le vestigia, le torri

    Un percorso attraverso il quale scoprire il passato e il futuro di Cividale del Friuli, autentico scrigno di tesori immerso nelle Valli del Natisone, adagiata lungo le rive dell''omonimo fiume.
    La città vi racconta la sua storia: celtica, romana, longobarda, veneziana e vi avvicina al suo futuro, ostentando opere architettoniche all'avanguardia.

    L'itinerario si sviluppa lungo i diversi borghi della città e presenta due varianti per rispondere alle esigenze del viaggiatore. Da Piazza Paolo Diacono si raggiunge l'area dell'antica gastaldaga di epoca longobarda.
    Risalendo le tipiche "strette", viuzze che caratterizzano la città, si raggiungono le antiche mura cittadine con le torri di difesa e la Porta di San Pietro, detta anche arsenale veneto. Il trekking urbano prosegue poi con l'ultima sosta al complesso di edifici di architettura contemporanea che convivono con le antiche origini di Forum Julii.

    Un’occasione unica per "leggere" le tracce del passato (anche più prossimo) e le interpretazioni del futuro.

    Tempo di percorrenza: due ore e trenta minuti (con ingresso - a pagamento - e visita al Monastero e al Museo Archeologico Nazionale)
    Lunghezza: cc. tre chilometri
    Difficoltà: bassa
    Punto di partenza: Piazza Paolo Diacono, 10 (Sportello Informacittà – Informazione ed accoglienza turistica)
    - Stretta della Giudaica – Farie Geretti
    - Via Monastero Maggiore: Casa Medievale (presenza scalini/ rampa di discesa con acciottolato)
    - Via Monastero Maggiore: Monastero di Santa Maria in Valle
    - Stretta Pozzo di Callisto (presenza scalini)
    - Piazza Duomo: Palazzo Provveditori Veneti (Museo Archeologico Nazionale)
    - Largo Boiani / Foro Giulio Cesare / piazza s. Francesco
    - Stretta Mulinuss / piazza XX settembre: Mura cittadine
    - Piazza Dante: Arsenale Veneto (Porta San Pietro) Di questo percorso esiste anche una versione alternativa senza barriere architettoniche: Le mura, le vestigia, le torri - senza barriere architettoniche
    keyboard_arrow_right
  • Le mura, le vestigia, le torri - senza barriere architettoniche

    Un percorso attraverso il quale scoprire il passato e il futuro di Cividale del Friuli, autentico scrigno di tesori immerso nelle Valli del Natisone, adagiata lungo le rive dell'omonimo fiume.

    La città vi racconta la sua storia: celtica, romana, longobarda, veneziana e vi avvicina al suo futuro, ostentando opere architettoniche all'avanguardia.

    L'itinerario si sviluppa lungo i diversi borghi della città e presenta due varianti per rispondere alle esigenze del viaggiatore. Da Piazza Paolo Diacono si raggiunge l'area dell'antica gastaldaga di epoca longobarda.
    Risalendo le tipiche “strette”, viuzze che caratterizzano la città, si raggiungono le antiche mura cittadine con le torri di difesa e la Porta di San Pietro, detta anche arsenale veneto. Il trekking urbano prosegue poi con l'ultima sosta al complesso di edifici di architettura contemporanea che convivono con le antiche origini di Forum Julii.

    Un’occasione unica per “leggere” le tracce del passato (anche più prossimo) e le interpretazioni del futuro.
    Tempo di percorrenza: due ore e quarantacinque minuti (con ingresso - a pagamento - e Monastero e al Museo Archeologico Nazionale)
    Lunghezza: cc. tre chilometri
    Difficoltà: bassa

    Punto di partenza: Piazza Paolo Diacono, 10 (Sportello Informacittà – Informazione ed accoglienza turistica)
    - Corso Mazzini / Piazza Duomo: Palazzo Provveditori Veneti
    - Corso Paolino d’Aquileia: Ponte del Diavolo
    - Via Monastero Maggiore: Monastero di Santa Maria in Valle
    - Via Monastero Maggiore: Casa Medievale
    - Stretta Cornelio Gallo/corso Paolino d’Aquileia: palazzo comunale
    - Corte interna adiacente al Municipio / Piazza san Francesco / Stretta Mulinuss / piazza XX settembre: Mura cittadine
    - Piazza Dante: Arsenale Veneto (Porta San Pietro)

    Di questo percorso esiste anche una versione alternativa con barriere architettoniche:
    Le mura, le vestigia, le torri
    keyboard_arrow_right
  • Nice di Stefania Piepoli

    Complementi d'arredo: biancheria per il bagno, la camera da letto e tutta la casa.
    Coordinati fantasia per il letto: coperte, piumini, trapunte, copriletti, lenzuola e federe... tutto quello che serve per rendere bella e accogliente la propria camera. Vendita tappeti, tende ed accessori per la casa.
    Accappatoi, asciugamani e teli mare, tutti morbidi e coloratissimi. Inoltre tante simpatiche idee per un regalo originale e sempre gradito.
    keyboard_arrow_right
  • Carla sas

    Pantofoliera, confezioni da lavoro, magliette, scarpets, costui friulani da bambini e da adulto su ordinazione ed altri prodotti dell'artigianato locale, bandiere del Friuli.Dal 1937 al servizio dei clienti
    keyboard_arrow_right
  • Casa del Tessuto Amelia

    Storica attività commerciale fondata negli anni '50 dalla signora Amelia, diventa in pochi anni punto di riferimento per l'approvvigionamento di articoli di merceria, di filati e di foderami.
    Gli anni '70 videro l'apertura di una seconda attività commerciale con vendita al minuto di tessuto per l'abbigliamento di alta qualità per uomo e donna.
    Negli anni '80, il trasferimento del negozio nella centralissima piazza Paolo Diacono, detta anche la "piazza delle donne", fu l'occasione per l'inserimento di nuove merceologie quali l'intimo uomo e donna delle migliori marche (Ragno, Furlana, Cotonella, Mael, Liabel, Linclalor ed altre ancora), con una particolare specializzazione nel settore della corsetteria avvalendosi di marchi come Triumph, Felina, Playtex, Lovable, Wonderbra, Sloggi.
    Con il punto vendita autorizzato di macchine per cucire, la Casa del Tessuto Amelia, propone anche alcuni servizi come l'assistenza meccanica per le macchine per cucire Necchi, Singer, Juki, Pfaff, Brother, Bernina, garantendo, grazie alla propria officina, tempi brevi di consegna.
    Il servizio di sartoria e riparazioni su capi di abbigliamento di qualsiasi genere sportivo, classico, elegante, intimo, con un'esperienza di oltre 50 anni, assicura un recupero ottimale dei capi.
    Modificare la taglia, sostituire le cerniere, attaccare bottoni, creare asole, rammendare su maglia sono interventi quotidiani per le mani esperte che Amelia puo' offrire.
    Altro servizio che la Casa del Tessuto Amelia offre alla propria clientela è la confezione su misura di tende con un vasto assortimento di tendaggi e di tessuti di arredo per rinnovare la propria casa.
    keyboard_arrow_right
  • Casa Julia

    Casa Julia è un appartamento di 100 mq situato al primo piano di un condominio nel cuore di Cividale. Due camere matrimoniali, una camera doppia con due letti singoli, un bagno, un grande soggiorno e una cucina completamente attrezzata. Lavatrice e stireria possono essere comodamente usate dagli ospiti.
    La connessione Wi-fi è anch'essa liberamente accessibile.
    Tutti i luoghi di maggior interesse (Tempietto Longobardo, il MAN, il Museo Cristiano, il Duomo, il Ponte del Diavolo...) sono rapidamente raggiungibili a piedi dalla zona pedonale.
    keyboard_arrow_right
  • Macelleria Alla Corte Romana

    Situata all'interno della Corte Romana in centro storico,tipica macelleria friulana con prodotti tipici locali artigianali.
    keyboard_arrow_right
  • Al Pellegrino

    Al Pellegrino nasce come osteria di paese e negozio di alimentari. Negli anni si è trasformato e ampliato offrendo alloggio, cucina tipica friulana, griglia alla brace e pizzeria. In un ambiente semplice e familiare puoi trascorrere con amici o parenti piacevoli momenti conviviali, disponibilità per gruppi. Si trova poco lontano dal centro di Cividale del Friuli, prima della salita per il Santuario mariano.
    keyboard_arrow_right
  • Forum Julii Immobiliare

    L'agenzia FORUM JULII IMMOBILIARE riesce ad offrire un servizio rapido e trasparente ai propri clienti. La nostra missione è far si che chi si affida a noi si senta tutelato in tutte le fasi della compravendita o locazione. Specialisti nelle compravendite seguiamo puntigliosamente i nostri clienti dalla proposta al contratto preliminare fino al rogito notarile.

    L’agenzia si avvale della collaborazione di tecnici qualificati nel settore edilizio. Siamo disponibili a presentarvi i nostri partner commerciali e a guidarvi passo dopo passo in:

    - redazione di progetti di ristrutturazione
    - perizie estimative
    - relazioni tecniche per compravendita
    - redazione di attestati di prestazione energetica
    - scelte del mutuo
    - soluzioni di arredamento

    Orari di apertura

    Da lunedì a venerdì: Mattina 09.00 - 13.00 / Pomeriggio 15.00 - 19.00

    Sabato 09.00 - 13.00 su appuntamento

    Domenica chiuso.
    keyboard_arrow_right
  • Casa Via Castelmonte

    La Casa Via Castelmonte è situata ai piedi della salita dell’antico santuario di Castelmonte, immersa nel verde e in una splendida posizione collinare.
    Recentemente ristrutturata, la nostra struttura offre un ambiente accogliente con ampi spazi all'aperto, attrezzati di cucina esterna completa di gas a quattro fuochi, grill, barbecue e dotazione completa da giardino.
    A disposizione degli ospiti un'ampia cucina attrezzata, camere matrimoniali e doppie, con bagni privati dotati di doccia di cui uno con vasca Jacuzzi.
    TV satellitare e aria condizionata in camera e in cucina.
    Giardino e bosco collinare privato.
    Gli animali dei nostri ospiti sono i benvenuti.
    Parcheggio privato.
    Wifi gratuito.
    Si parla francese, inglese, tedesco.
    keyboard_arrow_right
  • F.lli Piccoli snc

    Casalinghi, materiale elettrico, ferramenta, articoli da regalo.
    keyboard_arrow_right
  • Palazzo e Loggia del Comune

    Costruito fra il 1545 e il 1588 sulla preesistente Casa Comunale (1286) è dotato di loggiato ad archi a sesto acuto e mattoni a vista.

    Sui prospetti, al primo piano, tra monofore e bifore, vi sono alcune sculture come il Leone di San Marco, il busto entro cornice barocca raffigurante Domenico Mocenigo, Provveditore veneto di Sanità durante la pesete del 1682 e un ‘iscrizione a ricordo della visita (1816) dell’imperatore d’Austria Francesco I.

    L’edificio civile fu modificato nel 1935 quando si eliminò la scala esterna che portava al primo piano. Nel cortile interno, nel 1938 furono scavati alcuni ambienti di una casa romana (domus) del sec. I-II d.C.; sono visibili i resti di tratti di muri e mosaici pavimentati a motivi geometrici in tessere bianche e nere. La parte più antica del Loggiato accoglie un caffè storico.

    Davanti al palazzo, è collocata la statua bronzea di Giulio Cesare, copia (1935) di una scultura marmorea in Roma.

    Ulteriori informazioni
    Informacittà
    Tel: +39 0432 710460
    E-mail: informacitta@cividale.net
    keyboard_arrow_right
  • Piazza Paolo Diacono

    È il cuore di Cividale.

    Sulla sinistra si staglia una casa del XV secolo che mantiene tracce di affreschi, tra i quali è ben visibile lo stemma di Cividale, e finestre a sesto acuto, che la tradizione vuole sia appartenuta alla famiglia di Paolo Diacono, storico longobardo che narrò del suo popolo; in fronte alla casa possiamo osservare una fontana con scultura settecentesca raffigurante Diana cacciatrice (1803).

    Sulla destra della fontana scorgiamo sulla pavimentazione, una lastra in pietra che indica il luogo ove, nel 1874, venne rinvenuta la cosiddetta tomba del duca longobardo Gisulfo ora esposta nel Museo Archeologico Nazionale (Piazza del Duomo). La piazza è ornata inoltre da altri splendidi palazzi.
    keyboard_arrow_right
  • Via Monastero Maggiore

    Cuore della città longobarda, la via, con il suo caratteristico acciottolato, conserva intatto tutto il fascino della storia. Sulla destra, per chi scende, la via è chiusa dalle alte mura del Monastero di Santa Maria in Valle: alcuni tratti di mura sono altomedievali e conservano le pietre squadrate originarie.
    Lungo la via, sulla sinistra, si apre salita pozzo di Callisto ove è ancora visibile il pozzo riconducibile al Palazzo Patriarcale di epoca longobarda. Proseguendo lungo la via, oltrepassata sulla destra l’incrocio delle strette Santa Maria di Corte e Cerchiari dove vi è la costruzione della Casa Medievale, si giunge alla Porta Brossana: le aperture alle estremità della volta, lunga oltre sette metri, sono ad arco tutto sesto. Varcata la porta uno slargo conduce alla Porta Patriarcale, in mattoni rossi, che appartiene alla cinta fortificatoria patriarchiale. Varcata anche questa porta, costeggiando sempre la cinta muraria del Monastero, si raggiunge piazza san Biagio ove sorge l’omonima chiesa.

    Ulteriori Informazioni
    Informacittà
    Tel: +39 0432 710460
    E-mail: informacitta@cividale.net
    keyboard_arrow_right
  • Parco di Rualis

    Uno spazio verde ai margini del centro cittadino attrezzato con giochi per bambini e campi di calcetto.

    Informacittà
    Tel: +39 0432 710460
    E-mail: informacitta@cividale.net
    keyboard_arrow_right
  • Casa Medievale

    Nota come la "casa più vecchia di Cividale" o "casa dell'orefice", tale costruzione, datata metà-seconda metà del XIV secolo, doveva ospitare un laboratorio orafo.
    L'attuale struttura a tre piani sembra essere quella originale, mentre porte e finestre sono state modificate ed ampliate, eccetto la finestrella al primo piano dove la tradizione medioevale colloca l'ufficio amministrativo della bottega.
    La casa non nasce da un progetto autonomo ma riutilizza una precedente struttura in pietra, molto probabilmente una torre come mettono in luce i corsi regolari di pietra ben squadrate, presenti sulla parete esterna destra della costruzione.

    Ulteriori informazioni
    Informacittà
    Tel: +39 0432 710460
    E-mail: informacitta@cividale.net
    keyboard_arrow_right
  • La c.d. Casa di Paolo Diacono

    In piazza Paolo Diacono sul lato est si trova una casa a torre del XV secolo, con affreschi sulla facciata: sono raffigurati vari stemmi, tra i quali quello civico, e, in un quadro architettonico, una Natività. L’aspetto esterno è arricchito da coppie di finestre ad arco acuto sottolineate da cornici con motivi vitinei a bassorilievo e una lapide commemorativa, che ricorda come qui sorgesse la casa dello storico longobardo Paolo Diacono (fatto storicamente non documentato ma la cui tradizione risulta inattaccabile).

    Informacittà
    Tel: +39 0432 710460
    E-mail: informacitta@cividale.net
    keyboard_arrow_right
  • Teatri a Cividale e teatro Adelaide Ristori

    La storia del teatro cividalese è lunga secoli. I primi frammenti storici del teatro a Cividale si possono riscoprire attraverso il periodo romano, nella Cividale sotterranea, nei secoli successivi si risale in superficie dove le rappresentazioni liturgiche risalgono alla fine del 1200 nelle chiese e sugli altari.

    Nel Quattrocento le piazze diventano il palcoscenico a cielo aperto con i suoi canovacci.

    Il primo segno tangibile di teatro vero e proprio risale al Settecento con il Teatro Provvisorio Cividalese, forse ospitato nel collegio dei padri Somaschi, per poi il secolo successivo nascere il Teatro di Società adibito allo spettacolo, ad uso e consumo delle classi più abbienti poi rinominato Teatro Ristori.

    Dal ‘700 si cercò di ri-elevare quest’ arte da alcuni ritenuta troppo popolare. Vennero messe in scena al Teatro Provvisorio Cividalese, spazio chiuso, riparato da rumori e riservato a pochi privilegiati.

    Il cinematografo prese il posto delle ampie stagioni teatrali degli anni passati. Il teatro venne dotato di luce e riscaldamento nel 1911 e quando divenne pubblico venne completamente rimodernato eliminando i palchetti.

    Gli altri teatri minori della città che sono stati edificati nei primi anni del '900 il teatro nel convento delle Orsoline, il teatro del ricreatorio-cinema ducale, il teatro della casa per anziani, il teatro del seminario (ex afa), ed il teatro –cinema Corte (poi Impero).

    Un personaggio di spicco fu Piero Fabris, il quale paragonava il teatro come un luogo mistico e sacro a cui bisognava portare rispetto.

    Altri sono gli spazi che ospitano questo svago, ad esempio Palazzo dei Padri in borgo S.Pietro.

    Ulteriori Informazioni:
    Inizio spettacoli ore 21
    Capienza: 438
    Accessibile anche ai disabili tramite strutture apposite

    Ubicazione:
    Via Ristori, 32 – Cividale del Friuli (UD)

    Abbonamenti:
    Abbonamenti 8 spettacoli (prosa):
    PLATEA: Intero € 145 / Ridotto € 125 / Ridotto Under25 € 105
    GALLERIA: Intero € 130 / Ridotto € 105 / Ridotto Under25 € 90
    Abbonamenti 10 spettacoli (prosa+danza):
    PLATEA: Intero € 180 / Ridotto € 155 / Ridotto Under25 € 130
    GALLERIA: Intero € 160 / Ridotto € 130 / Ridotto Under25 € 110

    Prevendite:
    A Teatro il giorno feriale precedente lo spettacolo e il giorno dello spettacolo con orario 17.00 / 19.00.
    Costo biglietti:
    PLATEA: Intero € 24 
/ Ridotto € 21 / Ridotto Under25 € 15
    GALLERIA: Intero € 21 / Ridotto € 18 / Ridotto Giovani € 12

    Info:
    Ufficio Cultura
    tel. + 39 0432 710350
    cultura@cividale.net
    Teatro Ristori
    tel. +39 0432 731353
    teatroristori@cividale.net
    keyboard_arrow_right
  • Mappa della città

    Cividale del Friuli, posta ai piedi dei Colli Orientali del Friuli Venezia Giulia a ridosso delle Prealpi Giulie, attraversata dalle acque smeraldine del fiume Natisone, accoglie i visitatori offrendogli le numerose testimonianze della sua millenaria storia, i ricchi sapori della sua cucina, il gusto elegante dei suoi pregiati vini, gli incantevoli e variegati paesaggi che la circondano.

    Monumenti ed edifici storici di rilievo segnalati sulla mappa

    1. Duomo di Santa Maria Assunta
    2. Museo Cristiano e Tesoro del Duomo
    3. Museo Archeologico Nazionale (Palazzo dei Provveditori Veneti)
    4. Tempietto Longobardo (Oratorio di Santa Maria in Valle)
    5. Monastero di Santa Maria in Valle
    6. Ponte del Diavolo
    7. Ipogeo Celtico
    8. Palazzo Municipale e Domus romana
    9. Casa Medievale
    10. Teatro Comunale A. Ristori
    11. Chiesa di S. Maria dei Battuti
    12. Palazzo de Nordis
    keyboard_arrow_right