share
print
  • facebook
  • twitter
  • google+

Search results




Most visited pages:
  • The Longobard Temple (the oratory of Santa Maria in Valle)

    The Longobard Temple is located within the Monstery of Santa Maria in Valle and originates from the middle of the 8th century.
    It is a religious building, probably a chapel or oratory which made up part of the Benedictine nuns convent founded by the Longobards.
    At the end of the 19th century, the nuns donated the temple to the Community of Cividale at which point they built the hanging walkway on the Natisone, that still leads to the Piazza San Biagio, at the entrance of the building, so that visitors do not need to pass through the cloisters.

    A unique building, its prestige deriving from the extraordinary series of work of arts inside: a sumptuous decorative pattern, including elaborate figurative-ornamental mosaics and stucco works, as well as a series of fresco works made in solemn and very refined style, make this temple one of the most delightful and glorious heritage from the 8th century.

    The Oratory of Santa Maria in Valle is the most celebrated and best preserved monument of the late Longobard period.

    Erected, maybe over preexisting buildings, in the Longobard Gastalda, directly behind the apse of the church of San Giovanni, it was established during the third quarter of the the 8th century as a palatine chapel of the royal Cividale court and then became a nuns oratory.

    Its architecture is highly refined and characteristic: the rectangular hall, the pronounced elevation and barrel vault ceiling, rhythmic sequence of arched niches; to the East opening up to a lower presbytery, finishing straight, divided by three vaults that rest on roman marble architraves, supported by columns and pilasters. A marble surround, recovered from an earlier byzantine period, divides the the hall from the presbytery. On the walls of the oratory are preserved the remains of decorative furnishings of great value.


    The stuccoes that adorn the high parts of the walls of the hall and the arches of the niches are unique in the Western world. From these there is preserved, on the inside wall, a life-size relief of the Saints and Martyrs and an arch with a grapevine shoot positioned to crown the entrance.

    The frescoes, painted on he walls and the hall lunette, of the saints, of the Virgin Mary with Baby Jesus among the Archangels are excellent quality and elegance.

    Originally marble sheets covered the lower parts of the walls over which were painted, on the Eastern side of the building, between the level of the stucco, an dedicatory inscription in verse which testifies to the high quality of the commission. The presbytery was also adorned with refined mosaics, with gold tessera, in the higher part of the back wall and maybe in all the vaults. The marble floor, with hexagonal and triangular geometrically pattered tiles, complete the rich ornamental furnishings of the jewel of late Longobard art.
    The architecture and the decorations of the Cividale temple lead to the highest examples of artistic culture in the Mediterranean world, with explicit links to the experience of the late-christian and byzantine traditions.
    They are works of art endowed with a highly refined language that gave expression to the will of the highest levels of the Longobard reign to create a new Ars Aulica or courtiers art.
    In 1893 the Oratory was donated to the Cividale council which opened it to the public.


    Further information
    Tel: + 39 0432 700867
    E-mail: info@tempiettolongobardo.it
    keyboard_arrow_right
  • The Monastery of Santa Maria in Valle

    Ever since 830 this complex was continuously enlarged and renewed, with remarkable interventions between the 14th and 15th as well as in the 17th century, thus being today the best preserved monumental complex.

    In 2001 the municipality purchased it starting a value-increasing programme related to UNESCO candidature and providing a network system between the Longobard Temple (which is a integral part of the complex), the city and the monastery itself by building up a brand new Cultural Centre.

    Further information
    Phone: +39 0432 700867
    Ticket office tel: +39 0432 700867
    Booking info tel: +39 0432 710460
    E-mail: info@tempiettolongobardo.it
    Web: www.tempiettolongobardo.it
    keyboard_arrow_right
  • Piazza Paolo Diacono

    The heart of Cividale.

    On the left stands a house from the 15th century which preserves traces of frescoes, among which the crest of Cividale is clearly visible, and pointed windows, which is said to have belonged to the family of Paolo Diacono, Lombard historian who wrote about his people. In front of the house there is a fountain with an eighteenth century sculpture depicting the huntress Diana (1803).

    On the right of the fountain there is a glimpse of the flooring, a stone plaque indicates the place where, in 1874, the so-called tomb of Lombard Duke Gisulfo was found, now exhibited at the National Archaeological Museum (Piazza del Duomo). The piazza is adorned with other beautiful buildings.
    keyboard_arrow_right
  • The National Archaeological Museum (Palace of the Venetian Governors)

    The rich museal heritage boasts archeological finds of Roman, Paleo-Christian, early medieval, Romanesque and Gothic ages, as well as important medieval codexes; a special visit should be deserved for the rooms preserving kits and sets of the urban and suburban Cividale’s necropolis, which authentic Longobard handicraft art treasures.
    keyboard_arrow_right
  • Casa Medievale

    Nota come la "casa più vecchia di Cividale" o "casa dell'orefice", tale costruzione, datata metà-seconda metà del XIV secolo, doveva ospitare un laboratorio orafo.
    L'attuale struttura a tre piani sembra essere quella originale, mentre porte e finestre sono state modificate ed ampliate, eccetto la finestrella al primo piano dove la tradizione medioevale colloca l'ufficio amministrativo della bottega.
    La casa non nasce da un progetto autonomo ma riutilizza una precedente struttura in pietra, molto probabilmente una torre come mettono in luce i corsi regolari di pietra ben squadrate, presenti sulla parete esterna destra della costruzione.

    Ulteriori informazioni
    Informacittà
    Tel: +39 0432 710460
    E-mail: informacitta@cividale.net
    keyboard_arrow_right
  • Wine&Beer Alturis

    Un agriturismo rivisitato.. un luogo di ristoro coi migliori prodotti locali, i Vini di Alturis e le fantastiche Birre Artigianali Gjulia e Toz.. Il tutto, immerso nei nostri vigneti..
    keyboard_arrow_right
  • Palazzo Pontotti Brosadola

    Il Palazzo Pontotti Brosadola, costruito verso la metà del XVIII secolo, contiene al suo interno il miglior ciclo di affreschi della Città realizzati dal pittore cividalese Francesco Chiarottini.

    Il palazzo, costruito dai conti Pontotti, giunti a Cividale verso la metà del Settecento, conserva inalterate le forme originarie. I Pontotti commissionarono a Francesco Chiarottini le decorazioni interne, in particolare dello scalone, dei pianerottoli e del salone del piano nobile. Con grande abilità scenografica ed eleganza, Chiarottini dipinse, lungo lo scalone, colonnati che inquadrano vedute prospettiche, e sulla volta dello scalone un’immagine allegorica di derivazione tiepolesca.

    Ulteriori informazioni
    Informacittà
    Tel: +39 0432 710460
    E-mail: informacitta@cividale.net
    keyboard_arrow_right
  • The Townhall

    Built on a former townhall dating back to 1286, this palace was re-built between 1545 and 1588, and rearranged in 1935.

    In those years was also placed outside the statue of Julius Caesar - the city’s founder - which is a copy of a work of art kept in Rome, by the Campidoglio. Inside the townhall are available to tourists the remains of a roman domus dating back to 1st-2nd centuries a.C.
    keyboard_arrow_right
  • Al Pellegrino

    Al Pellegrino nasce come osteria di paese e negozio di alimentari. Negli anni si è trasformato e ampliato offrendo alloggio, cucina tipica friulana, griglia alla brace e pizzeria. In un ambiente semplice e familiare puoi trascorrere con amici o parenti piacevoli momenti conviviali, disponibilità per gruppi. Si trova poco lontano dal centro di Cividale del Friuli, prima della salita per il Santuario mariano.
    keyboard_arrow_right
  • Azienda Agricola "Il Roncal"

    C’è un luogo, nei Colli Orientali del Friuli, dove il cuore incontra la terra e dove i valori di una famiglia trovano la loro espressione più sincera nella produzione di grandi vini.
    IL RONCAL è una piccola tenuta di 20 ettari sita a Cividale del Friuli, città patrimonio dell’UNESCO, dove Martina Moreale continua il progetto avviato nel 1986 da suo marito Roberto, fondatore dell'azienda.
    Qui il perfetto connubio tra il rispetto per la terra, la salvaguardia della tradizione e il costante rinnovamento delle tecniche agricole rende possibile la produzione di vini di alta qualità.

    Chi percorre la zona dei Colli Orientali del Friuli non può fare a meno di ammirare l'amenità del paesaggio, dolce e riposante, incorniciato da splendidi vigneti. Un fazzoletto di terra che per l'omogenea composizione dei terreni, l'esposizione dei vigneti e l’influenza del clima consente la coltivazione di un’ampia varietà di vitigni.
    La vocazione di questa terra fa sì che i vini bianchi, freschi e profumati, così come i rossi, corposi e decisi, siano oggi rinomati in tutto il mondo grazie anche al lavoro ed all’impegno costanti dei vignaioli.

    Il nome dell'azienda, IL RONCAL, in friulano significa “podere, posto in collina coltivato a terrazze”, e infatti sono proprio i ronchi a dominare questo suggestivo paesaggio.
    I ronchi dei vigneti che circondano il Colle Montebello, sede dell’azienda, sono favoriti da un'ottima esposizione e da un terreno arenarico-marnoso, ideale per la coltivazione della vite.
    All'azienda agricola IL RONCAL si vendemmia tardivamente, al fine di cogliere l'uva nella sua più generosa maturità. La vinificazione avviene nelle cantine dell’azienda secondo metodi tradizionali e a temperatura controllata.
    L’azienda dispone di un locale interrato per la maturazione e l'affinamento dei vini in legno e di un locale ventilato per l'appassimento delle uve. Ancora una volta un binomio perfetto tra tradizione e modernità.
    Sul colle di Montebello, la cantina recentemente ristrutturata ed ampliata ospita uno spazio dedicato alla vendita dei vini aziendali. Una delle due torri dell’edificio è riservata a momenti di degustazione con una suggestiva veduta sui vigneti circostanti.

    Adiacente alla nostra cantina si trova l’antica dimora accuratamente restaurata, oggi adibita ad agriturismo.
    Nel rispetto del binomio tradizione – rinnovamento sono stati creati spazi eleganti e accoglienti, con buon gusto e particolare occhio di riguardo all’ambiente, coniugando un’anima antica e riservata con i migliori comfort e modernità.
    La filosofia di gestione è improntata a uno stile di vita tranquillo e familiare, lontano dalla frenesia della vita cittadina; gli ospiti potranno muoversi negli ambienti comuni, il salone, il patio, i giardini e la piscina, per condividere la piacevolezza di un'atmosfera conviviale, sentendosi a casa.
    Dieci camere, arredate con gusto e dotate di tutti i più moderni servizi, portano il nome dei più apprezzati vitigni autoctoni friulani e degli uvaggi.
    Un sentiero di cipressi conduce alla tenuta IL RONCAL, circondata da maestose distese di vigne e da suggestivi panorami, cornici ideali per un soggiorno all’insegna del relax e della degustazione dei vini della casa.

    L’azienda offre uno spazio polifunzionale esclusivo, che si adatta perfettamente ad ogni tipo di evento.
    Meeting, conferenze, seminari, esposizioni, cene aziendali e di gala trovano ne IL RONCAL il luogo più adatto, in una dimensione di benessere, riservatezza e stile.
    Consapevole delle aspettative della clientela, lo staff dell’azienda supporta e guida i clienti nella scelta del catering, del flower design e delle scenografie, soddisfacendo ogni richiesta ed esigenza con estrema professionalità.
    IL RONCAL è anche sede di convegni e corsi nel settore vinicolo, culturale e turistico, oltre a ospitare raduni di auto d’epoca e mostre d’arte, presentazioni di libri e appuntamenti musicali.
    keyboard_arrow_right