condividi
stampa
  • facebook
  • twitter
  • google+

Risultati della ricerca




  • Cenni storici

    Ritrovamenti di reperti archeologici risalenti al Paleolitico e all’Età del Ferro hanno rivelato che la località ove sorge la città era abitata fin dall’epoca preistorica, mentre è accertato lo sviluppo della cultura celtica, su quella presistente paleo-veneta, a partire dal IV secolo a.C.

    Giulio Cesare, nel 50 a.C. istituitì qui il forum, da cui Forum Iulii, l’antica denominazione della città, (da cui deriva l’odierno toponimo Friuli): la località assurta a rango di municipium divenne presto, commercialmente e militarmente, una delle più importantidella regione.

    Nel 568 d.C. con l’arrivo dei Longobardi, Cividale acquistò un ruolo da protagonista divenendo capitale del primo ducato longobardo in Italia con il duca Gisulfo I, nipote di Alboino. Durante il regno di Liutprando, vi giunse Callisto, Patriarca di Aquileia: la compresenza e coesistenza in città dei massimi rappresentanti territoriali del potere politico e di quello religioso dell’epoca, il Duca con l’alta aristocrazia longobarda e il Patriarca con tutta la sua gerarchia, trasformò definitivamente Cividale in una potente capitale politica e religiosa, nonché centro di arte e cultura.

    La sede del Patriarcato di Aquileia vi rimase anche dopo la cacciata del Longobardi (774) ad opera di Carlo Magno. Sotto la dominazione dei Franchi, Cividale, capitale della Marca orientale del Regnum Italiae, continuò a conservare il proprio prestigio sia politico che culturale: tra la fine dell’VIII e gli inizi del IX secolo assunse il nome di Civitas Austriae (città australe, cioè orientale), da cui deriva il nome attuale.

    Nel 1077 la concessione da parte dell’imperatore Enrico IV alla Chiesa di Aquileia della giurisdizione, con prerogative ducali, di tutto il territorio friulano sanciva l’autonomia territoriale e amministrativa dello stato patriarcale friulano e, con essa, il ruolo di Cividale quale capitale della Patria del Friuli. Nel primi decenni del XV secolo la città, come tutti i maggiori centri friulani, dovette arrendersi alla forza conquistatrice della Repubblica di Venezia: nel 1420 Cividale si sottomise e venne annessa definitivamente al dominio della Serenissima.

    Nel 1797, con il trattato di Campoformido tra Napoleone e l’Austria, Cividale passò all’impero asburgico, al quale, dopo il breve periodo in cui fece parte del napoleonico Regno d’Italia, fu ri-confermato dal Congresso di Vienna del 1815.
    Fra il 1848 ed il 1866 vi fu la presenza di un vivace movimento risorgimentale e dopo la Terza Guerra d’Indipendenza Cividale fu annessa al Regno d’Italia con il Veneto e il Friuli.

    In epoca più recente, durante la Prima Guerra mondiale fu sede, per un breve periodo, del comando della Seconda armata e rimase danneggiata da bombardamenti aerei. Fu poi occupata dagli austriaci in seguito alla disfatta di Caporetto. Cividale è tra le Città decorate al Valor Militare per la Guerra di Liberazione, insignita della Medaglia d’Argento al Valor Militare per i sacrifici delle sue popolazioni e per la sua attività nella lotta partigiana durante la Seconda Guerra mondiale.
    Luogo natale di importanti personaggi della cultura mondiale, dallo storico Paolo Diacono al pittore e scenografo Francesco Chiarottini, dall’attrice Adelaide Ristori al marionettista Vittorio Podrecca, Cividale è ricca di monumenti e opere d’arte che testimoniano la sua storia, segnata e arricchita dal passaggio di popoli stranieri.
    keyboard_arrow_right
  • Associazioni Palio di San Donato

    ASSOCIAZIONE BORGO BROSSANA - GRUPPO STORICO FORMENTINI
    Presidente: Barbara Zanon
    Sede: Piazza San Giovanni 20
    E-mail: a.borgobrossana@gmail.com


    GRUPPO STORICO BOIANI
    Presidente: Davide Floreancig
    Sede: Via Montenero n. 52
    Cell: +39 329 0030793
    E-mail: gruppostoricoboiani@yahoo.it


    ASSOCIAZIONE STORICA CONTI alias BURGO PUNTI
    Presidente Lucio De Sabata
    Sede: Via dei Muradors n. 3 (presso gelateria artigiaqnale Miani)
    Cell: +39 345 7143173


    GRUPPO STORICO FOROJULIENSE
    Presidente: Angelo Bruni
    Sede: Borgo san Pietro n.ro 88
    Cell: +39 393 6238398
    Sito: www.arciericividale.it


    ASSOCIAZIONE "POPOLANI - Gruppo di Rievocazione Storica in Cividale del Friuli"
    Presidente: Riccardo Braida
    Sede: Via Corta n. 6
    Cell: +39 347.5212353
    E-mail: info@popolanidicividale.it
    Sito: www.popolanicividale.it


    ASSOCIAZIONE STUDIUM DE CIVITATUM
    Presidente: Sandro Dorgnach
    Sede: C.so Paolino d'Aquileia
    E-mail: studiumdecivitatum@gmail.com


    GRUPPO STORICO CANUSSIO - BORGO SAN DOMENICO
    Presidente: Bosa Daniele
    Sede: Rubignacco, 68
    E-mail: borgo@canussiosandomenico.it


    ASSOCIAZIONE "NOBILTA' FEUDALE"
    Presidente:Maria Brugnolutto
    Sede: Viale Trieste n. 9/4
    Cell: +39 331 1580457
    E-mail: naninomarco@alice.it


    ASSOCIAZIONE INHONESTA MERCIMONIA
    Presidente: Marco Sinuello
    Sede: Via Zuccola n. 34/A
    Cell: +39 333 5032771
    E-mail: marcosinuello@virgilio.it


    ASSOCIAZIONE LA GASTALDAGA
    Presidente: Teresa Maria Gorgone
    Sede: Via Premariacco n. 9/4
    Tel: +39 346 0282170
    E-mail: teresa.gorgone@gmail.com


    ASSOCIAZIONE I GIULLARI DEI 3RE
    Presidente: Giuseppe Monai
    Sede: Borgo San Pietro n. 4
    Cell: +39 339 2726111
    E-mail: giuseppemonai@gmail.com


    TAMBURI MEDIOEVALI DA GUERRA DI CIVIDALE
    Presidente: Matteo Nadalutti
    Sede: Via Europa n. 17/12
    Cell: +39 349 792912
    E-mail: tamburi.medioevali.cividale@gmail.com
    keyboard_arrow_right
  • Mappa della città

    Cividale del Friuli, posta ai piedi dei Colli Orientali del Friuli Venezia Giulia a ridosso delle Prealpi Giulie, attraversata dalle acque smeraldine del fiume Natisone, accoglie i visitatori offrendogli le numerose testimonianze della sua millenaria storia, i ricchi sapori della sua cucina, il gusto elegante dei suoi pregiati vini, gli incantevoli e variegati paesaggi che la circondano.

    Monumenti ed edifici storici di rilievo segnalati sulla mappa

    1. Duomo di Santa Maria Assunta
    2. Museo Cristiano e Tesoro del Duomo
    3. Museo Archeologico Nazionale (Palazzo dei Provveditori Veneti)
    4. Tempietto Longobardo (Oratorio di Santa Maria in Valle)
    5. Monastero di Santa Maria in Valle
    6. Ponte del Diavolo
    7. Ipogeo Celtico
    8. Palazzo Municipale e Domus romana
    9. Casa Medievale
    10. Teatro Comunale A. Ristori
    11. Chiesa di S. Maria dei Battuti
    12. Palazzo de Nordis
    keyboard_arrow_right